CORTO: LEVANTE

IL RUMORE DEL SUONO NEL VENTO. Necessità impavida di accorpare sprazzi del quotidiano, raccolti e incisi, in un tempo.
Ricomporre il filo, spesso disgiunto, del passato: non per ritornarvi, piuttosto per rafforzarne la memoria, che è tutto.
Il quotidiano è irrappresentabile ma si può osare, una forma, sbocciare.
È un lavoro chirurgico, liturgico, di cucitura: ago e filo, bianco e nero, nessun artificio lusinghiero.
È un incontro di elementi, esagramma di eventi, anime alla ricerca poi, il vento.

ALESSIA FEBI (Regia)

 NASCE A JESI, IL 3 DICEMBRE 1988, CRESCIUTA TRA MERGO E TRIVIO, PICCOLA FRAZIONE DI SERRA SAN QUIRICO. HA IL SUO PRIMO INCONTRO CON IL MONDO DEL TEATRO, DELLA FOTOGRAFIA E DELLA MUSICA DURANTE L’INFANZIA. PRINCIPALMENTE, MA NON IN MODO COSTANTE, RIPRENDE IL TEATRO AI TEMPI DELLA SCUOLA MEDIA. CONTINUA CON GLI STUDI FINO ALL’UNIVERSITÀ; INTRAPRENDE IL CORSO DI “LETTERE MODERNE” IN URBINO, MA LASCIA DOPO UN PAIO DI ANNI.
LÌ, CONOSCE DONATELLA MARCHI, INSEGNANTE DI LETTERATURA ITALIANA E DIRETTRICE DEL “TEATRO CUST”, CON CUI INIZIA UN ALTRO PERCORSO DI PROPEDEUTICA TEATRALE, DOPO TANTI ANNI DI ASSENZA NEL SETTORE. INSIEME PREPARANO UNO SPETTACOLO SU MARINETTI “MARINETTANDO”, PRESENTATO IN PRIMA INTERNAZIONALE A MONTPELLIER, AL FESTIVAL UNIVERSITARIO 2010 PRESSO TEATRO “LA VIGNETTE”, UNIVERSITÉ PAULE-VALERIE.
DOPODICHÉ, ALESSIA CONGEDA GLI STUDI PER MOTIVI PERSONALI E PARTE PER FARE VOLONTARIATO IN AFRICA. AL RITORNO, RIPRENDE I SUOI LAVORI “OCCASIONALI”, E CONTINUA IL SUO LAVORO DI INTROSPEZIONE.
NEL 2013 PARTE CON UNA SUA AMICA PER L’INDIA, PER 40 GIORNI. DOPO L’INDIA, A DISTANZA DI QUASI 8 MESI, SI DIRIGE IN AUSTRALIA, DOVE VIVE E LAVORA PER QUASI UN ANNO, PER POI RITORNARE IN ITALIA DOVE PRENDE LA DECISIONE DI RIPRENDERE IN MANO E IN CUORE L’UNIVERSITÀ.
LO SCORSO DICEMBRE ALESSIA FA UNO STAGE DI TEATRO CON GIULIA MERELLI DAL NOME “ANIMA”, PROGETTO IN CONTINUA EVOLUZIONE.
HA UN GRANDE LEGAME CON LA FOTOGRAFIA, LA SENTE MOLTO INTIMA, NONCHÉ UN STRUMENTO PERFETTO PER “TRASFIGURARE” CIÒ CHE PASSA ATTRAVERSO L’OCCHIO/CUORE DI SE STESSA. LO STESSO VALE PER LE RIPRESE VIDEO CON ANNESSI MONTAGGI, CHE HA RIPRESO DA POCO TEMPO.
LO SCORSO MAGGIO 2017 HA ALLESTITO PER 10 GIORNI UNA PERFORMANCE FOTOGRAFICA IN URBINO INTITOLATA APPUNTO “AB AQUIS”.
SOLAMENTE DUE ANNI FA CIRCA HA INIZIATO A FREQUENTARE UN CORSO DI CHITARRA, TANTO È STATO SEMPRE GRANDE IL DESIDERIO DI CONOSCERE QUESTO STRUMENTO COME ALTRI. E’ ANCORA UNA DILETTANTE MA AMA SPERIMENTARSI E SPERIMENTARLO OGNI GIORNO DA DUE ANNI A QUESTA PARTE.
ALESSIA DEVE RINGRAZIARE LE MOLTE PERSONE CHE L’HANNO STIMOLATA DURANTE QUESTI ANNI E CONTINUANO A FARLO TUTT’ORA.

RICCARDO CARDUCCI (Colonna Sonora)